Mini treppiede reflex da viaggio: un accessorio indispensabile

mini treppiede reflex da viaggioQuesto post lo dedico ad un accessorio forse non conosciuto e apprezzato da tutti, il mini treppiede reflex.

Come saprai, riuscire a tenere ben ferma la macchina fotografica è essenziale per evitare mosso e micromosso. La stabilità della fotocamera ti aiuta ad ottenere fotografie nitide e un’immagine nitida è normalmente desiderata da chi fotografa e apprezzata da chi la osserva.

Un’impugnatura salda, senza ricorrere ad alcun sostegno esterno, come appunto quello fornito da un tradizionale cavalletto, è di norma sufficiente solo se il tempo di esposizione è abbastanza veloce.

La stabilizzazione ottica, la possibilità di aumentare gli ISO (a scapito però di maggiore rumore) e la regola del tempo di sicurezza ti vengono in aiuto ma, in alcune situazioni, non puoi proprio rinunciare all’utilizzo di un appoggio esterno per la tua fotocamera. La fotografia notturna oppure la fotografia diurna in condizioni di scarsa illuminazione o ancora l’utilizzo di lunghe esposizioni sono situazioni classiche dove è richiesto di mantenere la macchina fotografica immobile.

Stanco di portare con me il classico e ingombrante cavalletto, fotografo nel 90% dei casi in esterno (soprattutto in montagna) e sono affascinato dalle lunghe esposizioni, da circa un anno ho sostituito in moltissime escursioni quest’ultimo con un mini treppiede reflex e… non posso più farne a meno!

Cos’è un mini treppiede reflex da viaggio?

Un mini treppiede da viaggio per reflex è un piccolo cavalletto. Nel mio caso, esso si presenta con un altezza fissa di circa 15cm e un peso di poco inferiore ai 200gr, ha tre gambe divaricabili e dispone di una testa a sfera che mi permette di inclinare la macchina fotografica quel tanto che mi serve. Sono anche chiamati treppiedi da tavolo ma ti posso garantire che io lo uso ovunque tranne che su un tavolo.

Che aiuto ti può dare un mini treppiede da viaggio?

Sono in una bella piazza di sera. Dalla tasca della giacca o dalla borsa di mia moglie prendo il mio mini treppiede, lo avvito alla fotocamera, sistemo il tutto su un muretto, sui gradini di una scalinata o su un tavolino di un bar e clic! Facile e discreto.

torrente di montagnaVedo un bel torrente di montagna o una cascata? Estraggo dallo zaino il mio mini treppiede, lo avvito alla fotocamera e lo posiziono tra le pietre, vicino all’acqua, aggiusto l’inclinazione della testa affinché la fotocamera sia il più possibile dritta e poi, montato il filtro ND, imposto un tempo di esposizione lungo (10 secondi o più)  e clic!

Gli utilizzi sono veramente molteplici. Dalla fotografia di paesaggio alla street photography, fino allo still life e in tutti i casi dove ti serve dare stabilità alla fotocamera senza utilizzare il classico cavalletto. Per evitare il micromosso che potresti generare con la pressione del tasto di scatto, usa un comando remoto oppure, se non l’hai, imposta l’autoscatto a 2 o 10 secondi.

I pro del mio mini treppiede da viaggio per reflex:cascata di montagna

  • stabile, leggero, semplicissimo da trasportare
  • inclinazione della testa regolabile
  • costo ridotto

.
I contro che potresti trovare:

  • altezza minima e non regolabile
  • limitata possibilità di inclinare la fotocamera
  • supporto di un peso ridotto, circa 1 / 1,5 Kg

.
Come il tradizionale cavalletto anche il mini treppiede da viaggio utilizza una vite standard quindi puoi impiegarlo con successo non solo con una fotocamera reflex ma anche con una qualsiasi macchina fotografica dotata di attacco standard. Dopo averlo scoperto e provato, il mini treppiede reflex è diventato per me un accessorio irrinunciabile che mi accompagna ovunque.

# # #

Ti è piaciuto il post? Come sempre, la tua opinione o un tuo commento sono benvenuti!

Mini treppiede reflex da viaggio: un accessorio indispensabile ultima modifica: 2017-04-02T18:00:42+00:00 da Massimo Mazza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.